Guida Michelin, Piemonte secondo con 46 locali stellati

Due novità, Piano 35 e Borgo Sant'Anna, escono Lanteri e Scabin

(ANSA) - TORINO, 25 NOV - Il Piemonte resta la seconda regione italiana per numero di ristoranti stellati nella guida Michelin 2021 presentata oggi. Ne ha 46 - contro i 59 della Lombardia prima nella graduatoria. Confermano le tre stelle Piazza Duomo dello chef Crippa ad Alba, e le due stelle l'Antica Corona Reale di Cervere (Cuneo), La Madernassa di Guarene (Cuneo), Villa Crespi di Orta (Novara), il Piccolo Lago di Verbania.
    Tra i 41 ristoranti con una stella due new entry, Piano 35 al grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino, chef Christian Balzo, e Borgo Sant'Anna, a Monforte d'Alba dello chef Pasquale Laera, allievo pugliese di Cannavacciuolo, segnalato anche perché under 35. Conferma la stella dopo il cambio di chef 'Osteria dell'Arborina a La Morra (Cuneo).
    Perde la stella, invece, Marc Lanteri al Castello, il ristorante nello storico castello di Grinzane Cavour. "Ho appreso con profonda amarezza - scrive, su Instagram, chef Lanteri - la mancata riconferma della stella e non nego che la prima reazione è stata quella di cercare di dare un giudizio al mio operato in questo ultimo e difficile anno. Quello che mi sento di dire - prosegue Lanteri - è che la guida non si giudica ma si accetta e che continuerò a lavorare con la stessa passione e una rinnovata volontà di percorrere la mia strada senza rammarichi verso nuove prospettive e obiettivi".
    Un particolare riconoscimento, la stella verde, è stato assegnato al Gardenia di Caluso guidato da Mariangela Susigan e a Casa Format dello chef Igor Macchia a Orbassano (Torino).
    Nella guida non c'è più Combal.zero di Rivoli guidato da Davide Scabin per "chiusura per cessata attività o a tempo indeterminato". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie