Press Release

Che cosa fare per avere un bucato sempre profumato

 © ANSA
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Quali sono gli accorgimenti da mettere in pratica per avere un bucato sempre pulito e profumato? La risposta rappresenta il Sacro Graal per tante casalinghe e tanti casalinghi che hanno a che fare con panni privi di una piacevole fragranza. Usare gli ammorbidenti più costosi spesso non serve a nulla, nel senso che il buon odore sparisce nel giro di breve tempo, e anche con i rimedi della nonna i risultati sono poco efficaci. Tuttavia, esiste una ricerca scientifica che ha studiato un modo infallibile per far sì che il bucato resti profumato per lungo tempo, senza che vi sia la necessità di utilizzare ammorbidenti o detergenti ma sfruttando semplicemente gli effetti del sole.

Un odore di fresco davvero piacevole

L’indagine è stata effettuata da una squadra di ricercatori del nostro Paese, che ha scoperto che è sufficiente stendere all’aria aperta il bucato per essere certi che regali un odore di fresco gradevole. Gli scienziati hanno considerato tre differenti tecniche per far asciugare i panni usciti dalla lavatrice. Sono stati presi in esame diversi teli da bagno, che ovviamente sono stati sottoposti tutti allo stesso tipo di lavaggio. Dopodiché alcuni sono stati stesi alla luce del sole, altri sono stati messi all’ombra su un balcone e altri ancora sono stati lasciati in una stanza vuota. Dopo che i teli si erano asciugati, poi, sono stati messi in un sacchetto sigillato e lasciati all’interno per 15 ore. Come era facile prevedere, i soli teli da bagno che avevano ancora un buon profumo erano quelli che erano stati messi ad asciugare all’aperto.

Le ragioni scientifiche

In effetti per arrivare a tale conclusione non c’era certo bisogno di un team di scienziati, visto che chiunque con un minimo di esperienza in merito avrebbe potuto affermare lo stesso. Il valore della ricerca, tuttavia, deve essere individuato nella comprensione dei motivi per cui ciò avviene. In sostanza, nel momento in cui i raggi del sole colpiscono le molecole organiche generate dai tessuti bagnati, queste entrano in contatto con l’impronta di molecole che provengono da fiori e piante, di cui acquisiscono il profumo. In altri termini, quando l’umidità intrappolata fra le fibre evapora, il tessuto assorbe quello che arriva dai raggi del sole e dal vento, ed è questo il motivo per il quale il suo buon odore dura più a lungo. Di conseguenza, ogni volta che se ne ha la possibilità sarebbe preferibile stendere il bucato all’aria aperta, ovviamente se le condizioni del meteo lo consentono.

Gli altri trucchi per avere indumenti sempre profumati

Chiunque di noi ha sperimentato la sventura di ritrovarsi alle prese con capi poco deodorati pur essendo appena usciti dalla lavatrice. Le ragioni possono essere molteplici, ed è utile conoscerle per evitare sgradevoli inconvenienti. Un buon rimedio, molto semplice da mettere in pratica, è quello di ricorrere a oli essenziali e sacchetti profumati per deodorare gli armadi e i cassetti. Insomma, non ha senso avere cura di lasciar asciugare la biancheria all’aria aperta se poi la si ripone in luoghi caratterizzati da un cattivo odore. Inoltre, è importante privilegiare gli ambienti lontani dalla polvere e arieggiati piuttosto che quelli umidi e freddi. I sacchetti profumati che si possono realizzare con le erbe aromatiche o con la lavanda vanno messi tra un capo e l’altro. Una soluzione molto efficace, poi, è quella di avvolgere in uno straccio dei chicchi di riso che in precedenza sono stati bagnati con qualche goccia di olio essenziale alla rosa, per poi mettere lo straccio in mezzo alla biancheria che deve essere stirata.

Come si asciuga il bucato

Ovviamente, non sempre le condizioni climatiche permettono di lasciare il bucato all’aperto e al sole: quando l’aria non è pulita o quando piove, non si può far altro che ricorrere a un’asciugatrice. In questo caso, il suggerimento è quello di adoperare un fazzoletto di cotone con cui realizzare dei fogli profumati. Si bagna il pezzo di stoffa con un po’ di acqua corrente e, dopo che lo si è strizzato, lo si bagna con alcune gocce di olio essenziale, non più di dieci. A questo punto si mette il foglio all’interno dell’asciugatrice per i dieci minuti finali del ciclo, in modo che tutto il bucato risulti profumato. Il vantaggio di questo metodo sta nel fatto che il fazzoletto può essere usato più di una volta, fino a quando il suo profumo non sparisce: quando ciò accade, basta lavare il pezzo di stoffa per poi bagnarlo ancora con l’olio essenziale.

Attenzione alla lavatrice

Per essere certi di poter contare sempre su un bucato profumato è importante anche pulire la lavatrice in maniera accurata, concentrandosi in modo particolare sul cestello, visto che è lì che finisce la biancheria. Il procedimento da seguire prevede di riempire con acqua calda il cestello per poi versare mezzo litro di aceto bianco, che dovrà essere lasciato agire per una trentina di minuti. Quindi si attiva un ciclo di lavaggio a vuoto, al termine del quale lo sportello della lavatrice deve essere lasciato aperto. Il cestello va arieggiato dopo tutti i lavaggi: questo vuol dire che dopo che la lavatrice è stata svuotata lo sportello non va chiuso ma lasciato in parte aperto, così da prevenire la comparsa e la diffusione di cattivi odori e muffe.

Come trattare le macchie di sporco

A volte il cattivo odore sui vestiti può derivare direttamente dalle macchie: in questo caso è necessario un trattamento preventivo da effettuare con una pasta fai da te creata con un po’ di acqua e del bicarbonato di sodio. Un cucchiaio di bicarbonato e la quantità di acqua che occorre per preparare una crema che possa essere spalmata con facilità di solito sono sufficienti, ma ovviamente le dosi possono essere aumentate se le macchie sono tante o semplicemente molto grandi. Il bicarbonato deve essere lasciato agire per circa dieci minuti; dopodiché l’indumento va messo in lavatrice con un quarto di litro di aceto.

Dove trovare consigli preziosi

Tutti i suggerimenti visti fino a qui provengono dalla fonte pianetadonne.blog, un sito specializzato in argomenti che catturano l’attenzione delle donne: i consigli per la casa, la cucina, il riciclo creativo, il fai da te, ma anche la cronaca nera, la cronaca rosa e l’attualità. Su questo portale di informazione si possono trovare, tra l’altro, consigli su come decorare la propria casa, notizie sui trend più recenti e suggerimenti da mettere in pratica a basso costo. Per maggiori informazioni visita pianetadonne.blog.

  • Optimamente
  • 08 ottobre 2020
  • 16:00

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie