Violenza donne: Pcp, isolamento ha aggravato situazione

"Sia tra mura domestiche sia sulla rete"

"L'isolamento, il distanziamento sociale e la permanenza obbligata nella propria dimora hanno aggravato la situazione, acuendo sia i fatti concreti di violenza all'interno delle mura domestiche - durante il primo confinamento le richieste d'aiuto delle donne vittime di violenza erano raddoppiate - sia le diverse sollecitazioni alla violenza sulla rete". Lo scrive, in un nota Progetto civico progressista, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.
    Con la propria azione in consiglio regionale e nei consigli comunali Pcp intende "rafforzare la lotta contro la violenza sulle donne, sensibilizzando la nostra comunità sui temi della prevenzione e sulla necessità di un cambiamento radicale della cultura che sta alla base di questi fatti criminali". In questo senso "si unisce inoltre alla richiesta rivolta da più parti ai media affinché negli articoli relativi a vicende connotate da violenza sessista venga data narrazione corretta come prevede il Manifesto di Venezia del 2017" e "accoglie con favore l'aggiunta dell'art. 5 bis al Testo Unico che regola la deontologia dei giornalisti". 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie