Canonizzazioni in era Covid, nuovi santi senza data

Approvata santità per Foucauld e altri 6, ma giorno "da decidere"

    La pandemia da Coronavirus stravolge anche le procedure delle canonizzazioni in Vaticano. Il Concistoro ordinario pubblico presieduto oggi da papa Francesco su sette cause di canonizzazione si è concluso infatti in modo diverso dai precedenti: la futura proclamazione dei sette nuovi santi - tra cui il sacerdote francese Charles de Foucauld (1858-1916), esploratore del deserto del Sahara, studioso della lingua e della Tuareg, pioniere del dialogo tra le religioni e le civiltà - è stata approvata davanti al consesso dei cardinali e come da richiesta del prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, card. Marcello Semeraro, ma la data non è stata fissata. Il giorno della cerimonia presieduta dal Papa - ha detto lo stesso Francesco - è "da decidere" ("discernere" nella versione latina).

    Conseguenza, questa, della difficoltà di stabilire un giorno per il rito della canonizzazione, con un prevedibile e rilevante afflusso di fedeli, mentre la pandemia da Covid-19 è ancora in corso, e mentre nuove eventuali ondate sono impossibili sia da escludere che da pronosticare. "Difficile stabilire date con la situazione in corso", dicono esplicitamente in Vaticano.

    Oltre a Charles de Foucauld, il Concistoro di stamane riguardava altri sei futuri nuovi santi: il martire indiano Lazzaro Devasahayam (1712-1752); il sacerdote francese César de Bus (1544-1607), fondatore della Congregazione dei Padri della Dottrina Cristiana (Preti Dottrinari); il sacerdote lombardo Luigi Maria Palazzolo (1827-1886), fondatore dell'Istituto delle Suore delle Poverelle-Istituto Palazzolo; il sacerdote campano Giustino Maria Russolillo (1891-1955), fondatore della Società delle Divine Vocazioni e della Congregazione delle Suore delle Divine Vocazioni (Vocazionisti); la religiosa piemontese Maria Francesca di Gesù, al secolo Anna Maria Rubatto (1844-1904), fondatrice della Suore Terziarie Cappuccine di Loano; la religiosa veneta Maria Domenica Mantovani (1862-1934), cofondatrice e prima Superiora Generale dell'Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia.

    Per sapere quando i sette attuali beati saranno innalzati al più elevato onore degli altari e alla venerazione generale dei fedeli bisognerà ancora attendere.

    L'ultima messa con il rito di canonizzazione celebrata da papa Bergoglio in Piazza San Pietro - i cinque nuovi santi erano allora John Henry Newman, Giuseppina Vannini, Mariam Thresia Chiramel Mankidyan, Dulce Lopes Pontes e Margherita Bays - risale a domenica 13 ottobre 2019, appena prima dell'inizio della pandemia. Intanto oggi il Pontefice ha twittato: "I santi e le sante ci dimostrano che si può lodare Dio sempre, nella buona e nella cattiva sorte, perché Egli è l'amico fedele, e il suo amore non viene mai meno".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie