Google come Apple, al lavoro su etichette privacy per le app

Fotograferanno l'uso di dati degli utenti

Anche Google, come Apple, implementerà le etichette privacy su tutte le applicazioni Android distribuite sul Play Store. Lo scorso 26 aprile, con un aggiornamento del sistema operativo iOS, l'azienda di Cupertino ha introdotto la possibilità per i propri utenti di escludere il tracciamento delle app a fini pubblicitari.

In un post rivolto agli sviluppatori per Android, Suzanne Frey di Google ha annunciato la novità imminente. Le etichette fotograferanno con icone e grafica l'uso di dati personali da parte delle app. Pertanto, gli sviluppatori dovranno dichiarare alla società di Mountain View, e di conseguenza al pubblico di utenti, quali dati personali utilizzano e per quali scopi, oltre a dover fornire obbligatoriamente una informativa privacy estesa. Per prepararsi alla novità, Google invita gli sviluppatori a rivedere i propri processi e software per correggere eventuali deviazioni dalle regole e dalla policy della società sulla privacy. Secondo il sito Gizmodo, Google renderà note le regole agli sviluppatori entro l'estate, questi avranno tempo fino al primo trimestre 2022 per mettersi in regola.

"Se scoprermo che uno sviluppatore ha travisato i dati forniti e viola le norme, chiederemo allo sviluppatore di correggere - ha affermato Google nel blog degli sviluppatori Android - Le app che non diventano conformi saranno soggette all'applicazione delle norme".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie