Mafia: rabbia sindacati commercialisti, quereliamo Saviano

'Ignobilmente avvicinata categoria professionale a criminalità'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - I sindacati dei commercialisti italiani "promuovono unitariamente una querela, verificatone i presupposti nei riguardi di Roberto Saviano, di Fabio Fazio e della redazione di 'Che tempo che fa', per aver ignobilmente avvicinato la categoria dei commercialisti alla criminalità organizzata. E' il caso di ricordare che la categoria non solo costantemente collabora con la giustizia nelle attività di repressione del crimine organizzato, ma ci preme ricordare i colleghi che, privi delle tutele e del clamore mediatico riservato al signor Saviano, hanno pagato il loro contributo con la vita", si legge nel comunicato congiunto di Adc, Aidc, Anc, Andoc, Fiddoc, Sic, Unagraco, Ungdcec ed Unico. "Il gratuito attacco mosso durante la trasmissione televisiva di Rai2 ci ferisce, ci umilia e ci colma di rabbia. Siamo in questi giorni come mai vicini ai nostri clienti. Condividiamo con loro le difficoltà che la situazione sanitaria ha indotto nell'economia.
    Quotidianamente facciamo fronte a leggi ora annunciate, poi emanate, poi rettificate in un ginepraio di burocrazia infinita.
    Mai domi, mai rassegnati", incalzano i professionisti, ma "son cose che dalla cattedra da cui si sparano facili sentenze è difficile non solo capire, ma anche immaginare. Tanto - chiudono le associazioni dei commercialisti - non fa audience". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie