'Amarezza' Ordini per norma docenti atenei in Dl Semplificazioni

Cup-Rtp su emendamento che dà chance svolgere lavoro nel privato

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 03 SET - I professionisti italiani riuniti nel Cup (Comitato unitario professioni) e nella Rpt (Rete professioni tecniche) "constatano con amarezza che Il Parlamento respinge emendamenti, proposti dalle professioni, veramente indirizzati a migliorare leggi esistenti e ad introdurre strutturali processi di semplificazione, e al tempo stesso approva un emendamento, finalizzato ad estendere senza alcun limite l'attività extraistituzionale dei professori e ricercatori universitari, che nulla ha a che fare con la semplificazione e che va nella direzione di aumentare il discrimine tra le diverse categorie di dipendenti pubblici e degli stessi professori universitari". Il riferimento, recita una nota, è all'emendamento al Decreto Semplificazioni presentato dalla opposizione e votato dalla maggioranza con il parere favorevole del Governo. "Si tratta di una decisione sconcertante che consentirebbe ai professori e ricercatori universitari di effettuare attività extra istituzionali senza alcun controllo da parte dell'Università di appartenenza e senza alcun limite di compenso. In palese contrasto con la normativa previgente che intende interpretare. Senza contare il fatto che si consente ad alcuni lavoratori di entrare nel mercato senza rispettare le regole e sottostare alle incombenze cui invece sono sottoposti i liberi professionisti ad esclusiva tutela della collettività. Appare sorprendente, tra l'altro, che il Ministero dell'Università non abbia nulla da dire in merito", si legge ancora. Gli Ordini "intendono protestare duramente e auspicano che, in extremis, il Parlamento possa tornare sui suoi passi". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie